I libri del mese di settembre 2014

Ecco tutti gli incontri con gli autori  previsti per il mese di settembre 2014!!

  • 13 settembre, ore 18.00 | Faber Beach, Ostia

 

  • Esoeditoria
    L’appuntamento con l’editoria indipendente propone la presentazione di alcune collane editoriali esterne ai grandi circuiti: Chapbooks (Arcipelago Edizioni), Benway Series (Tielleci Editrice), Syn (IkonaLiber), le edizioni La Camera Verde.
    Se ne parla assieme ad alcuni curatori: Marco Giovenale, Mariangela Guatteri e Giulio Marzaioli. Previsti stand di libri e aperitivo con buffet a 10 euro.

 

  • 16 settembre, ore 18.00 | Libreria Feltrinelli Libia

  • Passeggiate d’autore di Giuliano Capecelatro (Iacobelli)
    Da Ariosto a Giacomo Leopardi, da Stendhal a James Joyce, da Belli a Goethe, e ancora Beatrice Cenci, Ciceruacchio e Anna Magnani fino ai Beatles: attraverso le targhe disseminate qua e là sui muri delle strade e delle piazze di Roma, il libro propone 56 passeggiate in compagnia di altrettanti personaggi famosi, romani e stranieri, che racconteranno episodi perlopiù sconosciuti della loro vita nella Città eterna.
    Con l’autore intervengono Roberto Carvelli e Bruno Tobia. Coordina Caterina Cingolani.

 

  • 17 settembre, ore 18.00 | Palazzo delle Esposizioni

  • Hashtag. Cronache da un paese connesso di Marino Niola (Bompiani)
    I social network e la comunicazione digitale hanno cambiato il modo di rappresentare la realtà e quello in cui condividiamo le nostre relazioni. Il libro racconta l’Italia dei social network con la grammatica della rete stessa: si può sfogliare pagina dopo pagina o scoprire seguendo gli hashtag per costruire un proprio percorso. Con la curiosità di un esploratore contemporaneo, l’autore passa in rassegna le piccole grandi idiosincrasie del nostro tempo, dal rapporto ambiguo con il nostro corpo alle provocazioni della tecnologia, dai sogni digitali alle paure in carne e ossa, provando a ricostruire con scrittura lieve la grande rete della nostra identità collettiva.

 

  • 18 settembre, ore 19.00 | Libreria Giufà

  • Le persone, soltanto le persone di Christian Raimo (minimum fax)
    Un incontro casuale durante una festa scaraventa Tiziano in una relazione extraconiugale dalla quale non riesce più a uscire. Due amici si ritrovano dopo anni, segnati dal tempo ma con le loro ossessioni intatte. E cosa ci fa Italo Calvino nell’appartamento di un precario degli anni Settanta, con la testa piena di pensieri ostili verso Pier Paolo Pasolini? La raccolta di racconti esplora i sentimenti che tengono in piedi (o che distruggono) le nostre vite. Tradimenti, passioni, errori che possono costare caro. E quella prova tanto difficile quanto rigenerante che è il perdono. Quando tutto sembra perduto è ancora possibile riconoscersi l’un l’altro come amanti, fratelli, simili. Tutti alle prese con la vita.

 

  • 23 settembre, ore 19.30 | Libreria minimum fax

  • Il braccialetto di Lia Levi (Edizioni e/o)
    Un ragazzo ebreo e uno non ebreo aspirano segretamente a scambiarsi i ruoli. Corrado ha partecipato all’abbattimento dei busti di Mussolini la notte del 25 luglio del ’43 e si aspetta che il nuovo governo abolisca le leggi razziali. Ma i giorni passano senza che nulla cambi. Leandro abita in una grande e vecchia casa piena di ombre e misteri e, dal primo incontro con Corrado, cerca spasmodicamente di fare amicizia con lui. Quando le famiglie ebree raccolgono l’oro come riscatto preteso dai tedeschi, Corrado scopre che il braccialetto di sua madre è stato venduto. Ma la verità non è quello che sembra. L’amicizia può salvare dall’orrore? In una Roma occupata dai nazisti, l’incontro magnetico tra due lupi solitari, due adolescenti in cerca di se stessi.

 

  • 24 settembre, ore 17.30 | Biblioteca di storia moderna e contemporanea, Palazzo Mattei di Giove

  • Per la scuola di tutti di Giorgio Mele (Ediesse)
    Rileggere la storia della scuola significa rileggere la storia del nostro paese: i passaggi più significativi della storia nazionale sono stati infatti segnati da profonde trasformazioni del sistema formativo e da movimenti che a partire dalla scuola hanno investito il complesso della società italiana. L’attuale crisi ha fatto sì che il diritto ad una scuola di e per tutti sancito dalla Costituzione non sia più un valore universalmente condiviso. Perché i diritti “costano” e la spesa pubblica va contenuta. L’autore ci ricorda che senza uguaglianza non c’è democrazia, né un vero diritto allo studio. E diventa fondamentale un nuovo progetto di difesa e sviluppo dell’istruzione. L’autore ne parla con Marco Rossi Doria, insegnante ed esperto di politiche educative di inclusione, Simonetta Salacone del dipartimento Saperi SEL, Alba Sasso, Assessore al Diritto allo studio e formazione della Regione Puglia. Coordina Gianna Fregonara, giornalista del Corriere della sera

 

  • 27 settembre, ore 12.00 | Libreria Nuova Europa

  • Dannati di Glenn Cooper (Editrice Nord )
    Un mondo simile al nostro, ma completamente diverso. Un mondo dove sono confinati tutti i malvagi vissuti sulla Terra dall’inizio dei tempi. Lo chiamano Oltre. Alcuni sono appena arrivati, altri invece sono lì da secoli. Ma tutti condividono lo stesso destino: dopo essere morti, sono stati condannati per l’eternità. Tutti, tranne John Camp. Lui è vivo ed è lì per sua scelta. Perché ha giurato di salvare la donna che ama e ora deve affrontare un mondo ostile per riportarla indietro. Ma il tempo a disposizione è poco, e tutti e due rischiano di rimanere per sempre prigionieri nella terra dei Dannati.
    Per il ciclo Aperitivo con l’Autore, Glenn Cooper presenta ai lettori il suo nuovo romanzo.

 

  • 28 settembre, ore 17.00 | Circolo ARCI Villaggio Cultura

  • Il dono delle lacrime di Giovanni Ricciardi (Fazi)
    Roma, febbraio 2013. Nei giorni che intercorrono tra le dimissioni di Benedetto XVI e l’elezione di papa Francesco, il commissario Ponzetti viene chiamato in Vaticano per indagare sulla morte di un sacerdote di una chiesa del centro. La stessa dove si è diffusa la credenza di una Madonna piangente che ha suscitato entusiasmo tra i fedeli e messo in allarme la Curia. Si apre così un’indagine vincolata alla più stretta segretezza. Il commissario, affiancato dal fido Iannotta, avrà un bel daffare per scoprire il mistero celato in questa complicata vicenda, sullo sfondo di una Roma cupa, a due facce, tra intrighi molto più grandi di lui.

 

Fonte: Incontra Giovani

Giulia Gentili

Annunci

Estate Romana 2014 – Appuntamenti con la lettura

estate romana

Dal 25 Giugno 2014 al 15 Settembre 2014

Tanti appuntamenti gratuiti con la letteratura dedicati a bambini, ragazzi e adulti organizzati dalle Biblioteche di Roma in vari luoghi della città

L’estate è il momento migliore per leggere e per dedicarsi a questo sottile piacere. Di libri ce ne sono molti, in ogni versione: cartacea, digitale, audio, e di ogni genere: space opera, gialli, classici, narrativa, perciò non si hanno scuse per non leggere!

L’Estate Romana propone quest’anno una serie di appuntamenti dedicati a libri e lettura rivolti a bambini, ragazzi e adulti.

Per maggiori dettagli rimandiamo al sito di Roma Capitale.

Informazioni

Sito web: http://www.estateromana.comune.roma.it/

Fonte: Incontra giovani

Giulia Gentili

LETTERATURE 2014 – XIII Festival Internazionale di Roma

Dal 27 Maggio 2014 al 1 Luglio 2014
alle ore 21.00

Letterature 2014

Campidoglio – Piazza del Campidoglio – ROMA (RM)

Festival Letterature 2014Dieci serate di letture, incontri, musica e video che animeranno le serate di cittadini e turisti.

L’appuntamento è il martedì e il giovedì a partire dalle ore 21.

L’ingresso è libero, ma per poter occupare uno dei 900 posti a sedere disponibili si deve ritirare un biglietto omaggio al botteghino dei Musei Capitolini (a partire dalle 19.30). Per i posti in piedi invece non è necessario nessun ticket.

Nuova location in piazza del Campidoglio per la XIII edizione di
Letterature Festival Internazionale di Roma. Dieci serate sul tema Ognuno, ma proprio ognuno, è il centro del mondo (tratto da La provincia dell’uomo di Elias Canetti), in cui autori italiani e internazionali leggono dal vivo un proprio testo inedito sul tema proposto, affiancati da attori e musicisti che suonano dal vivo.

Programma

  • martedì 27 maggio > Il dove e l’altrove
    Ildefonso Falcones – Tiziano Terzani (diari inediti)
    Letture di Sonia Bergamasco, Claudio Santamaria, Angela Terzani Staude. Musica Gnu Quartet
  • giovedì 29 maggio > Adulti e più adulti
    Roddy Doyle – Fabio Volo – Herman Koch
    Musica Paolo Damiani, violoncello e live electronic – Antonio Jasevoli, chitarra – Francesco Merenda, batteria
  • giovedì 5 giugno > Io e un altro Io
    Joshua Ferris – Paolo Giordano – Benjamin Alire Sáenz
    Musica Rita Marcotulli, pianoforte
  • martedì 10 giugno > Maschere
    Eric-Emmanuel Schmitt – Elena Ferrante (L’amica geniale e altre scritture) – Jhumpa Lahiri
    Letture di Anna Bonaiuto Michela Cescon. Musica Gaia Possenti, pianoforte
  • giovedì 12 giugno > Lo sguardo e la voce
    Dialoghi tra arte, musica e poesia con Silvia Bre, Nicola Bultrini, Jolanda Insana, Valentino Zeichen leggono testi dei poeti italiani e stranieri che hanno ispirato i libri d’artista (Editions Moon Rainbow) di Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Christopher Le Brun e Rosemarie Trockel. In video Mark Strand legge la Poesia sulle ultime sette paroleispirata dalla omonima composizione di Joseph Haydn eseguita da Sincronie (quartetto d’archi) .
  • martedì 17 giugno > Afropolitan
    Alain Mabanckou – Yasmina Khadra – Stefano Benni 
    Musica Percussionisti del Conservatorio di Santa Cecilia diretti da Gianluca Ruggeri 
  • giovedì 19 giugno > Pubblico e Privato
    Silvia Ballestra – Dario Fo
    Musica Alessandro Gwis, pianoforte
  • martedì 24 giugno > In famiglia e nel mondo
    Walter Veltroni – Jonathan Lethem – Mario Calabresi
    Musica Danilo Rea, pianoforte
  • giovedì 26 giugno > L’impegno e l’allegria
    Jeanette Winterson – Valeria Parrella
    Musica Rosario Giuliani, sax – Gianluca Figliola, chitarra
  • martedì 1 luglio > L’Europa e le Metamorfosi
    Vittorio Sermonti
    I cinque autori candidati all’edizione speciale Premio Strega Europeo Jerome Ferrari, Georgi Gospodinov, Rosa Liksom, Eugen Ruge, Marcos Giralt Torrente (in collaborazione con la Fondazione Bellonci  e con la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea). Musica Ensemble Internazionale diretto da Paolo Damiani per il Conservatorio di Santa Cecilia

Altri appuntamenti del festival

  • dal 26 maggio al 2 luglio | Casa delle Letterature
    Mostra Lo sguardo e la voce
    Preziosi libri d’artista per raccontare il lavoro di quattro grandi artisti europei: gli italiani Enzo Cucchi e Francesco Clemente, l’inglese Christopher Le Brun, presidente della Royal Academy di Londra, la tedesca Rosemarie Trockel – che si sono ispirati a poeti italiani, cinesi, inglesi e francesi
  • lunedì 16 giugno | Casa delle Letterature
    Voci da un’altra Europa Ue10
    Letture di autori provenienti dalla Repubblica Ceca e dalla Repubblica Slovacca nel decimo anniversario del loro ingresso nell’Unione Europea
  • lunedì 30 giugno | Casa delle Letterature
    Un mondo di stupefacente mistero: John Fante
    Omaggio all’autore con interventi e letture di Leonardo Colombati, Francesco Durante, Emanuele Trevi, Sandro Veronesi e con i finalisti e i vincitori del Premio John Fante opera prima promosso dal Festival Il Dio di mio padre di Torricella Peligna. L’audiolibro Chiedi alla polvere presentato in anteprima con una lettura di Rolando Ravello
  • 17 settembre | Teatro Argentina
    Ritratto allo specchio
    Incontro con la grande scrittrice canadese Margaret Atwood

Maggiori informazioni sul sito comune.roma.it e contattando lo 060608.

Giornata Mondiale del Libro 2014, parte in Italia la campagna ”Il Maggio dei Libri”

Giornata Mondiale del Libro 2014, parte in Italia la campagna ''Il Maggio dei Libri'' 23 aprile, Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore, Il Maggio dei Libri, campagna italiana di promozione delle lettura, libri, lettura libreriamo.it

Da oggi fino al 31 maggio 2014 la campagna nazionale di promozione della lettura si impegna a portare i libri fuori dai loro contesti abituali e a farne conoscere il valore sociale, con iniziative ed eventi in tutta la Penisola

MILANO – Il 23 aprile si festeggia la Giornata Mondiale UNESCO del Libro e del Diritto d’Autore. Proprio oggi, per il quarto anno consecutivo, torna in Italia Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale nata nel 2011 con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile, che proseguirà fino al 31 maggio.

GLI ENTI PROMOTORI – La campagna è promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. La campagna si avvale inoltre del supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

I CLAIM DE IL MAGGIO DEI LIBRI 2014 – Quest’anno sono tre i claim scelti per rappresentare e accompagnare l’iniziativa: Un libro ti accendeCresci con noi e Leggere non è mai un pacco. Tre suggestioni – testuali, grafiche, ideali – che racchiudono lo spirito dell’intera campagna e lo straordinario potenziale dei libri. Questi sono infatti strumenti che permettono di ampliare gli orizzonti e migliorarsi (crescere significa anche imparare a leggere la realtà, ad affrontare la crisi) a qualsiasi età, senza dimenticare che le esperienze vissute da bambini ci accompagneranno anche da grandi.

LA DIFFUSIONE DEI LIBRI FUORI DAGLI ABITUALI CONTESTI – Oltre a riproporsi con nuove parole-chiave e nuovi eventi, l’edizione 2014 conferma la propria ispirazione originaria, determinante per il successo della campagna, anno dopo anno. Si rinnova l’impegno a far evadere i libri dai loro contesti abituali, conquistando scuole, circoli, parchi, associazioni culturali e persino uffici postali, supermercati, treni e ristoranti grazie a un accordo di partnership con Poste Italiane, UniCoop Tirreno, Librerie Coop, Italo, Eataly, Librerie Feltrinelli. L’obiettivo è di coinvolgere soprattutto coloro che ancora non hanno scoperto il piacere della lettura, grazie all’attenzione particolare rivolta a settori fondamentali per la ripresa economica, sociale e generazionale del paese, come il Web, la scuola e i giovani.

GLI EVENTI – Fondamentale crocevia delle migliaia di eventi attesi è come sempre il sito ufficiale della campagna, con la mappa degli appuntamenti regione per regione, una ricca gallery di immagini, e poi video, comunicati stampa, loghi, locandine. Contenuti esclusivi e una bussola indispensabile per navigare nel mare dei libri e della lettura. Le adesioni sono ancora aperte, nuovi eventi si aggiungono quotidianamente e l’elenco completo (che si aggiorna costantemente) è consultabile sul sito. Al termine della campagna, ai migliori progetti (suddivisi nelle cinque categorie: biblioteche, scuole, associazioni culturali, strutture sanitarie e di reinserimento, librerie) sarà assegnato il premio Il Maggio dei Libri 2013.

PER I LETTORI PIÙ GIOVANI – Ai lettori più giovani sono dedicati numerosi progetti: a cominciare dal concorso “Un libro ti accende” promosso dal Centro per il Libro e la Lettura in collaborazione con il Salone del Libro e rivolto alle scuole primarie e secondarie di I e II grado. L’invito è quello di raccontare il rapporto con i libri attraverso una realizzazione grafica o un prodotto audiovisivo. Saranno premiati tre elaborati per ciascuno dei tre cicli scolastici. In palio? Libri naturalmente, e la soddisfazione di vedere utilizzati i propri progetti dal Centro per promuovere il libro e della lettura. Informazioni più dettagliate si trovano sul sito di Cepell.

LA VALIGIA DEI LIBRI – Torna l’appuntamento con il tour itinerante La Valigia dei Libri, alla sua terza edizione: quest’anno il tema è “…Blog, social e Web un nuovo modo di raccontare”, con il coinvolgimento di Teresa Ciabatti e Christian Raimo. Non cambia l’obiettivo: far rivivere le biblioteche scolastiche coinvolgendo i ragazzi e donando alle scuole più attive una serie di libri considerati indispensabili per la crescita e lo sviluppo dell’individualità dei futuri grandi lettori. Agli adolescenti è dedicato l’incontro dell’8 maggio al Salone del Libro “Vari modi di raccontare il presente” con Marco Dambrosio, fumettista e blogger in arte Makkox, e Diego Bianchi Zoro, giornalista e conduttore televisivo. Riconfermato anche il gioco letterario Cartoline da un libro in collaborazione con Repubblica@Scuola, sul tema: “Un tweet per il tuo libro amato”.

AMO CHI LEGGE… – Si rinnova Amo chi legge… e gli regalo un libro, la proposta a favore e in sostegno delle biblioteche, anche scolastiche, la cui situazione negli ultimi anni ha raggiunto livelli di criticità preoccupanti. Dall’esigenza di fare qualcosa per migliorare la situazione è nato il progetto con cui l’Associazione Italiana Editori -in collaborazione con AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e ALI (Associazione Librai Italiani)– ha voluto coinvolgere tutto il mondo del libro, ma anche e soprattutto i cittadini lettori, per rimettere in moto il circolo virtuoso che porta i libri nelle biblioteche, e poi da lì nelle case e nelle mani di tutti.

IL CONCORSO È-BOOK – Torna anche è-book, il concorso per gli studenti universitari italiani promosso da AIE con il patrocinio di tutto il mondo accademico (in collaborazione con CRUI, CUN, ANVUR e con il supporto di AICUN). Il concorso mette in palio 5 contributi di duemila euro ciascuno – a rimborso della retta universitaria o per un buono per acquisto di libri – ai 5 slogan che sapranno raccontare meglio in 50 caratteri perché i libri, la lettura e lo studio sono strumenti determinanti per affrontare la vita, proprio a partire dal tema “Il futuro è nei libri che leggi*. Perché?” (*lo slogan è di Matteo Zocchi, vincitore 2013). Tutte le modalità per partecipare alle due iniziative su http://www.aie.it.

I NUMERI DELLA PRECEDENTE EDIZIONE – Nel 2013, Il Maggio dei Libri ha raccolto 3006 adesioni (il 26% in più dell’edizione precedente) dal 23 aprile al 23 maggio. La pagina Facebook de Il Maggio dei Libri è passata nel 2013 da 27.500 like a 70.362, raggiungendo oltre 12 milioni di utenti (+160% rispetto all’inizio della campagna). Su Twitter i follower sono balzati da circa 400 a 4.555 e il sito ufficiale ha raccolto 284mila visualizzazioni. La copertura dei media ha compreso quasi 1.300 articoli tra carta stampata e Web, con un aumento significativo rispetto all’anno precedente sui quotidiani: 635 articoli e recensioni (452 nel 2012).

IL SITO E I PROFILI SOCIAL – Tutte le informazioni su come aderire alla campagna sono sul sito de Il Maggio dei Libri, mentre per contatti, condivisione di esperienze e interazioni social, il Maggio dei Libri ha anche una pagina facebook. Sono disponibili anche le applicazioni gratuite per smartphone, compatibili per sistemi operativi Android e iOS (Apple).

fonte: Libreriamo

Giulia Gentili

I luoghi letterari che vale la pena visitare almeno una volta nella vita

Da Coahuila in Messico, dove è ambientato ”Cavalli selvaggi” di Cormac McCarthy, a Firenze, la città di ”Camera con vista” di Edward Morgan Forster, ecco i posti più belli raccontati dai libri

 

MILANO – Cosa sarebbe un buon libro senza la descrizione di un paesaggio, di quelle così coinvolgenti che ti sembra di entrare all’interno della storia? Le ambientazioni sono parte integrante di un racconto, in alcuni casi possono diventare esse stesse le protagoniste. Quando poi si tratta di luoghi realmente esistenti, è impossibile riuscire a resistere alla curiosità di vedere di persona come sono i posti che hanno preso vita nella nostra immaginazione leggendo un libro. L’Huffington Post ha stilato una classifica dei diciassette paesaggi più belli raccontati dalla letteratura, quelli da visitare almeno una volta nella vita, che sono in grado di eguagliare se non superare le aspettative della nostra fantasia.
1.    Coahuila, Messico, ambientazione di “Cavalli selvaggi” di Cormac McCarthy.

mccarthy
“Meridiano di sangue” è stato il primo libro di McCarthy ambientato nelle città che circondano il confine tra Texas e Messico, inaugurando un trend nei suoi libri. “Cavalli selvaggi”, il primo romanzo della “Trilogia della frontiera”, racconta il viaggio di due ragazzi cresciuti in un ranch in Texas, che sta per essere venduto. Di fronte alla prospettiva di andare a vivere in città, preferiscono fuggire a cavallo verso il Messico per cercare lavoro come cowboy.
2.    Istanbul, Turchia, in cui è ambientato “Il museo dell’innocenza” di Orhan Pamuk.

istanbul
Pamuk può essere considerato il “biografo di Istanbul”. Molto ha scritto infatti della città in cui Est e Ovest si incontrano. L’Istanbul descritta ne “Il museo dell’innocenza” può non essere subito evidente nella facciata di una città in continua evoluzione, ma a ben guardare ne esistono ovunque delle reliquie.
3.    Big Sur, California, descritta nell’omonimo romanzo di Jack Kerouac.

bixby canyon
Questo romanzo è direttamente basato sull’esperienza di Kerouac a Big Sur, dove era scappato per fuggire alla vita frenetica della città. Il protagonista Jack Duluoz non ama stare sotto i riflettori e riesce a trovare pace – anche se solo momentaneamente – in questa regione montuosa sulla costa.
4.    L’isola di Skye, Scozia, ambientazione di “Gita al faro” di Virginia Woolf.

isle of skye
Questo romanzo di Virginia Woolf è ambientato nelle Isole Ebridi, dove la famiglia Ramsay va in vacanza ogni estate. Sebbene il libro sia incentrato per la maggior parte sui monologhi interiori della signora Ramsay e di suo marito, anche il paesaggio diventa a suo modo protagonista, soprattutto le onde che separano l’isola di Skye del faro dell’isola di Godrevy.
5.    Cuernavaca, Messico, dov’è ambientato “Sotto il vulcano” di Malcolm Lowry.

cuernavaca
Il romanzo di Lowry, da molti considerato uno dei migliori del Novecento, segue un console britannico a Cuernavaca, che è circa a trenta minuti d’auto da Città del Messico. Un paesaggio molto verde e dal clima mite, grazie alla sua vicinanza alle montagne della Sierra de Chichinautzin.
6.    La brughiera dello Yorkshire, Inghilterra, descritta in “Cime tempestose” di Emily Brontë.

yorkshire moors
Il titolo del romanzo viene proprio dall’ambientazione, in una casa immaginaria dello Yorkshire. Una porzione dell’affascinante e selvaggio territorio di cui racconta l’autrice è ora parco nazionale. Le stesse sorelle Brontë vievevano nelle Yorshire.
7.    Las Vegas, Nevada, raccontata ne “Il Cardellino” di Donna Tartt.

las vegas
La maggior parte del romanzo è ambientato a New York, ma l sue ricche descrizioni di Las Vegas sono ancor più emozionanti di quelle di Manhattan. Non si sofferma tanto sulle scene turistiche, quanto sui sobborghi vicino al deserto.
8.    Ontario, Canada, dove sono ambientati numerosi romanzi del Premio Nobel Alice Munro, come “Lives of Girls and Women”.

ontario canada
Alice Munro, vincitrice dell’ultimo Premio Nobel per la Letteratura, è nata a Wingham, in Ontario, e ha frequentato un college lì vicino. Molti dei suoi lavori sono ambientati nella contea di Huron e “Lives of Girls and Women” non fa eccezione.
9.    Tangier, Marocco, dove si esplorano i turbamenti di coppia descritti ne “Il tè nel deserto” di Paul Bowles.

tangier
Fuggiti dalla frenesia di New York, i due protagonisti del libro scoprono che i problemi della loro relazione sono persino amplificati altrove. Il libro in verità è un viaggio attraverso tutto il Nord Africa, ma Tangier è il luogo dove l’autore stesso visse metà della sua vita.
10.    Dublino, Irlanda, terra dell’epico “Ulisse” di James Joyce.

dublin streets
Lo stesso Joyce una volta disse: “Ho voluto dare una immagine di Dublino così completa che se un giorno la città sparisse all’improvviso dalla Terra, potrebbe essere ricostruita seguendo il mio libro”.
11.    Tokyo, Giappone, catturata nella sua essenza da After Dark di Haruki Murakami.

tokyo
Molti romanzi di Murakami offrono ricche descrizioni di Tokyo, ma “After Dark” riesce a cogliere il viavai e l’anima della città nel corso di una singola notte, esplorandone bar, ristoranti e motel.

 

12.    Mosca, Russia, da “La signora con il cagnolino” di Anton Čechov.

moscow
Il racconto di Čechov, considerato da Nabokov come uno dei migliori mai scritti, ha luogo a Mosca e a Yalta.
13.    New York City, Stato di New York, dipinta ne Il giovane Holden di J.D. Salinger.

winter central park
Molti dei giri di Holden hanno luogo nell’Upper West Side, al Plaza Hotel, al Museum of Natural History e a Central Park. La città è descritta qui in modo talmente accurato da essere ancora attuale.
14.    Pamplona, Spagna, altro splendido ritratto di città che si può trovare in “Fiesta  (Il sole sorgerà ancora)” di Ernest Hemingway.

pamplona spain
Potreste non trovare estremamente conforme a realtà la descrizione di Hemingway: la città è oggi sette volte più grande di quando la visitò lui. La “Fiesta” di San Firmino però – la gente che corre per strada con i tori, il vino che scorre e fiumi e tutto il resto – è ancora ben viva.
15.    La contea di Nottingham, Inghilterra, in cui è ambientato il romanzo “Figli e amanti” di David Herbert Lawrence.

nottinghamshire england
Lawrence è  nato nella contea di Nottingham e molti suoi romanzi autobiografici, incluso “Figli e amanti”, sono ambientati qui e nelle città vicine.
16.    Cartagena, Colombia, dove è ambientato il classico “L’amore ai tempi del colera” di Gabriel García Márquez.

cartagena colombia
Come “Cent’anni di solitudine”, “L’amore ai tempi del colera” non dice esplicitamente a quale luogo reale si è ispirato per creare l’ambientazione del romanzo. L’autore tuttavia ha vissuto a lungo a Cartagena, e la vicinanza al Mar dei Caraibi e al fiume Magdalena la rende la fonte di ispirazione più probabile.
17.    Firenze, Italia, splendida città della Toscana dove è ambientato “Camera con vista” di Edward Morgan Forster.

florence
Sebbene la protagonista, Lucy, resti inizialmente disorientata dalla vista di Firenze dalla sua camera d’hotel, resta poi naturalmente affascinata dai luoghi che ha modo di vistare nel suo tour per la città.

 

Fonte: Libreriamo

Giulia Gentili

 

Venerdì 17, sette romanzi per esorcizzare la sfortuna (o riderci su…)

Per i lettori più scaramantici, ecco una lista di titoli da leggere in questo giorno particolare

MILANO – Per i meno scaramantici oggi è un giorno di gennaio come gli altri. Per chi invece crede nella malasorte, venerdì 17 non può essere solo una data. Che vi siate già procurati dei cornetti anti iella da tenere a portata di mano, oppure che affrontiate la vostra giornata come al solito, vi proponiamo sette romanzi che hanno come protagonisti personaggi sfortunati o che portano sfortuna. Per esorcizzare la paura, o per ridere delle manie delle altre persone.

Il paradiso degli orchi di Daniel Pennac

Benjamin Malaussène di professione fa il capro espiatorio. Non solo deve sobbarcarsi gli incidenti e i contrattempi della sua vita, ma anche prendere la colpa delle disgrazie altrui. Un personaggio sfortunato per professione, insomma.

Il giornalino di Gian Burrasca di Vamba

Giannino Stoppani non va in cerca di guai (o almeno non sempre!) sono loro che trovano lui. Nel suo diario, il ragazzo educato a dire sempre la verità, anche quando è scomoda e mette in difficoltà gli adulti, annota giorno per giorno le sue avventure e disavventure. Un libro per ridere dei grandi e delle loro manie.

La patente di Luigi Pirandello

Lo iettatore per eccellenza non può essere che Rosario Chiarchiaro, protagonista di questa novella di Pirandello. Scacciato dal banco dei pegni perché tacciato di portare sfortuna, perseguitato dai gesti della gente – che al suo passaggio fa i più svariati gesti scaramantici -, l’uomo si rivolge al tribunale per vedere confermata questa sua capacità di portare male. Come andrà a finire?

Trascurabili contrattempi di un giovane scrittore in cerca di gloria di Michael Dahlie

Sfortuna  e disavventure di un venticinquenne di New York che sogna di fare lo scrittore. Dalla morte dei genitori, che lo lascia solo al mondo, alla tormenta di neve con tanto di uccisione fortuita di un gregge di rare e costosissime capre della Libia. Tra fallimenti e guai con la legge, Henry riuscirà tutto sommato a cavarsela, e a gustarsi, in tempo per il finale, una meritata rivincita?

Il diario di Bridget Jones di Helen Fielding

Una trentenne sovrappeso, incapace di resistere a sigarette e alcol, è alla disperata ricerca di un compagno. Nel corso della storia gliene succederanno di tutti i colori: dalla relazione senza speranze con il capo donnaiolo alle più disparate brutte figure. Anche quando, col proseguo dei libri, Bridget troverà l’amore e metterà su famiglia l’idea che abbiamo di lei – di una pasticciona, perseguitata dalla sfortuna – non si cancellerà mai del tutto.

Macbeth di William Shakespeare

Si dice che questa tragedia porti sfortuna. Ma come è nata questa voce? Le opinioni sono discordanti. C’è chi dice che sia l’originale di Shakespeare a portare male, perché nel testo sarebbero inserite formule magiche. C’è invece chi sostiene che la nomea di sfortunata sia legata alla trasposizione operistica di Giuseppe Verdi: quando uscì, l’opera ebbe così poco successo che nell’ambiente si diffuse la voce che quel nome portasse male.

L’eleganza del riccio di Mauriel Barbery

Se non è sfortuna morire in modo insensato proprio quando si era iniziato a vivere davvero, cosa lo è? Un libro che lascia l’amaro in bocca, ma che porta con sé anche una carica di speranza.

Fonte: Libreriamo

Giulia Gentili