I 10 consigli per non perdere dopo le vacanze il “vizio di leggere”

Settembre è appena iniziato, ma le vacanze sembrano già un lontano ricordo sbiadito e la routine quotidiana ha già implacabilmente iniziato a erodere le ore che solo pochi giorni fa avevamo a disposizione per i nostri libri. Ma per non rinunciare del tutto alle buone abitudini delle vacanze, ecco i dieci consigli del Guardian per continuare a coltivare la passione per la lettura anche nei mesi lavorativi.
I dieci consigli per non perdere dopo le vacanze il ''vizio di leggere''  Guardian, fine dell'estate, settembre, libri, lettura libreriamo.it - recensioni libri
1. Con un bicchiere e qualche pagina al giorno, è come stare in spiaggia. Sfortunatamente, una volta terminato il tempo della siesta è difficile che il ricordo di quando ce ne stavamo sdraiati sul materassino cullati dalle onde, con un libro in una mano e una birra nell’altra, possa continuare a scaldarci. Ma si può sempre studiare un programma di “lettura parcellizzata”, conservando alcuni momenti della giornata per leggere qualche pagina accompagnata da un bicchiere, in modo da tener vivo il fuoco della relazione tra un buon libro e la bottiglia. E se avete problemi di forza di volontà, lasciate che siano Francis Scott Fitzgerald o Richard Yates a indirizzarvi sulla retta via.
2. Spegnete la tv.  E non iniziate mai “Breaking Bad” o qualche altra serie televisiva! Se è troppo tardi e ormai ne siete dipendenti, cosa ne dite di provare con Dickens? Dopo tutto il suoi libri sono un po’ “le serie tv della letteratura”.
3. Soppesate bene le vostre letture. Se tenete al comodino di fianco al vostro letto, evitate di accumularci sopra una pila di “mattoni” da mille pagine l’uno che difficilmente riuscirete mai a leggere.
4. Comprate un ereader con schermo illuminato. In questo modo non avrete più scuse per non portare sempre i vostri libri con voi e da nessuna parte sarà troppo buio per leggere-
5. Coltivate l’interesse per la poesia. Tenete sempre un piccolo volume di poesie in borsa e spargetene un po’ in quei… luoghi che visitate regolarmente nella giornata. Dieci minuti con Séamus Heaney, il poeta nordirlandese scomparso lo scorso 30 agosto, valgono più di una vita intera in compagnia di qualche altro scrittore minore.
6. Alzatevi al canto del gallo… In questo modo guadagnerete una mezz’ora tra il momento del risveglio e quello della colazione, l’ideale per dedicarsi alla lettura di racconti.
7. … e amate la vostra insonnia! Quelle “ore piccole” tra le 3 e le 5 del mattino sono perfette per leggere, che si tratti di un romanzo rosa – un libro di Joanna Trollope magari – o di qualcosa più in tono con le lunghe, oscure notti dell’anima – una lettura come “L’anatomia della malinconia” di Robert Burton per esempio.
8. Provate con gli audiolibri. Sono perfetti per i “multi-tasking”: niente di meglio che portare a passeggio il cane con il lettore MP-3, impostato su una velocità dell’audio un po’ più alta di quella standard. Ma attenzione: ascoltare un audiolibro richiede un po’ più di tempo che leggere da soli.
9. Entrate a far parte di un gruppo di lettura. Funziona soprattutto con quei libri che si fa fatica a finire, quando si ha bisogno di essere spronati.
10. Scegliete un libro che vi tenga incollati alla trama. La suspence è amica del lettore. Che sia un libro ricco di capovolgimenti e colpi di scena come “L’amore bugiardo” di Gillian Flynn, o qualsiasi altro libro che incontra la vostra sensibilità, se siete abbastanza coinvolti tirerete dritto fino alla fine.
Fonte: Libreriamo
Giulia Gentili

I consigli di lettura di Francis Scott Fitzgerald!

Il 1936 fu per Francis Scott Fitzgerald forse l’anno più nero della sua vita. Stava combattendo contro alcolismo e depressione, dovuti all’insuccesso dell’ultimo romanzo, Tenera è la notte, e alle cattive condizioni finanziarie. La rivista Esquire pubblicò proprio in quei mesi tre toccanti articoli in cui lo scrittore confessava il suo profondo stato di malessere (raccolti dopo la morte in un saggio, The Crack Up).

Mentre si trovava convalescente in un hotel di Asheville, nel North Carolina, strinse amicizia con Miss Dorothy Richardson, l’infermiera che si prendeva cura di lui e che tentava di mantenerlo sobrio. Fitzgerald volle omaggiarla (ed educarla alla buona lettura) dettandole una lista di libri che considerava essenziali.

“Questi sono i libri che secondo il pensiero di Scott dovrebbero essere letture obbligatorie”, dice la nota scritta da Miss Richardson in cima al prezioso elenco, che è stato da poco ritrovato e del quale si può vedere una foto sul sito Open Culture .

Ecco dunque dal passato la specialissima lista di consigli di lettura, firmata da uno dei più grandi scrittori del Novecento.

Nostra sorella Carrie – Theodore Dreiser
Vita di Gesù – Ernest Renan
Casa di bambola – Henrik Ibsen
Winesburg, Ohio – Sherwood Anderson
Il racconto delle vecchie – Enoch Arnold Bennett
Il falco maltese – Dashiell Hammett
Il rosso e il nero – Stendhal
Tutti i racconti – Guy De Maupassant
An Outline of Abnormal Psychology – Murphy Gardner
I racconti – Anton Cechov
The Best American Humorous Short Stories – antologia del 1920
Vittoria – Joseph Conrad
La rivolta degli angeli – Anatole France
Le opere teatrali di Oscar Wilde
Santuario – William Faulkner
All’ombra delle fanciulle in fiore – Marcel Proust
I Guermantes – Marcel Proust
Dalla parte di Swann – Marcel Proust
Vento del sud – Norman Douglas
The Garden Party – Katherine Mansfield
Guerra e pace – Lev Tolstoj
John Keats and Percy Bysshe Shelley: Complete Poetical Works – raccolta di poesie

Fonte: Panorama

Francesca Ciccaglione

Viaggiare con un libro

Ci sono tanti modi per viaggiare e il più antico è farsi raccontare una storia che ci trasporta in tempi e luoghi lontani, a volte anche immaginari. Se quest’estate la passate a casa potete alternare il riposo al viaggio in destinazioni incredibili, basta saper scegliere i libri giusti.

La risorsa migliore per scegliere un libro partendo dai luoghi in cui è ambientato è SmallDemons, un sito che estrae dai libri una serie di informazioni utili e curiose, come i marchi citati, la musica ascoltata, le persone famose presenti e, per l’appunto, i posti. Basta scegliere la sezione “Places” e puntare il dito sulla cartina per scegliere il tuo libro-destinazione, anche nel passato. Per ora il database funziona solo in inglese, ma è abbastanza facile risalire alla traduzione italiana.

Elaine’s, per esempio, uno storico ristorante dell’Upper East Side di New York, è citato in 26 libri, tra cui moltissimi di Danielle Steel e un paio di Stephen Fry.

Avete sempre sognato di vivere le atmosfere delle università americane? Yale per esempio è citata in 1814 libri, tra cui, ovviamente, il “Falò delle Vanità” di Tom Wolfe e i racconti di Francis Scott Fitzgerald.

L’esplorazione vale anche al contrario: cercando nell’archivio Inferno, l’ultimo libro di Dan Brown, scoprirete che è ambientato non solo a Firenze, ma anche a Venezia e a Istanbul e potrete esplorare tutte le località citate, magari in vista di un viaggio futuro.

E se volete viaggiare di libro in libro potete partire da un autore che amate e scoprire tutti i libri che ha citato: cercando la scrittrice canadese Alice Munro, per esempio, scoprirete tra le sue fonti ShakespeareCrusoeMachiavelli eProust.

Insomma, che siate in città, in piscina, al mare o in montagna, buone vacanze e buon viaggio nel libro che avete con voi.

Clicca qui per provare: https://www.smalldemons.com/places

Fonte: VodafoneLab

Francesca Ciccaglione

I libri più venduti di questa settimana

Ecco a voi la classifica dei libri più venduti di questa settimana.

Andrea Camilleri con Un covo di vipere raggiunge la vetta della classifica.

Un covo di vipere

1. Un covo di vipere

Andrea Camilleri

Sellerio

€ 14,00

Clicca qui per leggere la trama.

/Inferno/Dan-Brown/ 978880463144

2. Inferno

Dan Brown

Mondadori

€ 25,00

ZeroZeroZero
Roberto Saviano
Feltrinelli
€18,00
Se vuoi leggere i primi due capitoli del libro, clicca qui!!!!
4. La verità sul caso Harry Quebert
Dicker Joel
Bompiani
 € 19,50
L'uomo che sussurra ai potenti
5. L’uomo che sussurra ai potenti
Paolo Madron, Luigi Bisignani
Chiare Lettere
€ 13,00
Joyland
6. Joyland
Stephen King
Sperling & Kupfer
€ 19,99
Clicca qui e scoprirai un’interessante curiosità.
Io che amo solo te
7. Io che amo solo te
Luca Bianchini
Mondadori
€ 16,00
/Il-bambino-segreto/Camilla-Lackberg/ 978883171560
8. Il bambino segreto
Camilla Lackberg
Marsilio
€ 19,00
/55-giorni-che-hanno-cambiato/Ferdinando-Imposimato/ 978885415358
7. I 55 giorni che hanno cambiato l’Italia.
Perché Aldo Moro doveva morire? La storia vera
Ferdinando Imposimato
Newton Compton
€ 17,50
Il grande Gatsby
10. Il grande Gatsby
Francis Scott Fitzgerald
Feltrinelli
€ 8,00
Clicca qui per leggere la recensione del romanzo.
Giulia Gentili

Recensione: Il Grande Gatsby

In occasione dell’uscita dell’attesissimo film diretto da Baz Luhrmann ed interpretato da Leonardo DiCaprio, Carey Mulligan e Tobey Maguire, vi consiglio di  leggere il romanzo breve di Francis Scott Fitzgerald Il Grande Gatsby.

Potrete gustarvi questo classico della letteratura americana a soli 99 centesimi, nell’edizione integrale super-economica della Newton Compton Live, con traduzione a cura di Bruno Armando.

Jay Gatsby è un trentenne ricchissimo, originario del Middle West, giunto a tale posizione grazie ad affari poco chiari, famoso nell’alta società newyorkese degli anni venti per le feste pazze che tiene nella sua villa gigantesca e appariscente sulla baia. Proprio l’enorme fortuna accumulata dal niente alimenta ogni sorta di diceria sul suo conto, ma Gatsby non sembra farci caso. “Il prato e il viale erano popolati dalle facce di gente che faceva congetture sul suo grado di disonestà – ed egli era lì, ritto su quegli stessi scalini, celando a tutti il suo sogno incorruttibile, mentre agitava la mano a salutarli.”In molti lo temono, tutti lo riveriscono ma nessuno lo conosce realmente e tanto meno conosce il suo segreto, ossia il fatto che il “grande” Gatsby in realtà non mira che a ritrovare l’amore di Daisy, la ragazza che aveva avuto prima di partire per il fronte e che non aveva potuto sposare perché allora era povero e senza posizione. In effetti Gatsby riesce a ritrovare Daisy la quale, stanca di aspettare, si era sposata con un uomo molto ricco e piuttosto rozzo, e quasi riesce a riconquistarla ma, messa di fronte ad una scelta definitiva, Daisy non se la sentirà di legarsi ad un uomo come lui.

Il racconto è narrato in maniera scorrevole e Fitzgerald fornisce descrizioni abilmente dettagliate che permettono al lettore di fondersi sin dalle prime pagine con l’atmosfera dei ruggenti anni ’20. La voce narrante è di Nick Carraway, amico di Gatsby che in prima persona delinea un punto di vista incredibilmente realistico.

Giunta all’ultima pagina, l’impressione che ho avuto di questo romanzo è che non si tratta della storia di una travagliata e romantica passione, bensì della contrapposizione tra realtà e sogno, presente e passato. Gatsby incarna pienamente il “sogno americano”: giovane, ottimista, ambizioso, dalla condotta spregiudicata eppure con un’anima ingenua e persino pura. Ancorato al passato e convinto che un sentimento tanto profondo non possa mutare nel tempo, Gatsby è il prototipo dell’uomo solo, figlio di una società in cui predominano l’incomunicabilità, la mancanza di relazioni autentiche, il denaro e l’indifferenza.

“Così remiamo, barche controcorrente, risospinti senza sosta nel passato”

Ecco qui il trailer del film in uscita nelle sale il 16 Maggio

Qui invece potrete ascoltare la stupenda colonna sonora del film, curata da Jay-z.

Se non ne avete abbastanza, potrete trovare, fino al 17 maggio, la mostra degli abiti di scena del film presso la Galleria Alberto Sordi a Roma (clicca qui per saperne di più).

Voto 5/5

Giulia Gentili