I libri più venduti di questa settimana

Ecco a voi la classifica dei libri più acquistati di questa settimana.

Tantissime novità nella classifica di questa settimana, scopriamola insieme…

gli sdraiati
1. Gli sdraiati
Michele Serra
Feltrinelli
€12,00
storia di una lumaca che ...
2. Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza
Luis Sepùlveda
Guanda
€10,00
buio. falsi eroi per i ba...
3. Buio. Falsi eroi per i bastardi di PizzoFalcone
Maurizio de Giovanni
Einaudi
€18,00
la strada verso casa
4. La strada verso casa
Fabio Volo
Mondadori
€18,00
per dieci minuti
5. Per dieci minuti
Chiara Gamberale
Feltrinelli
€ 16,00
polizia
6. Polizia
Jo Nesbo
Einaudi
€ 21,00
la cena di natale di io c...
7. La cena di natale
Luca Bianchini
Mondadori
€12,00
a occhi aperti
8. A occhi aperti
Mario Calabresi
Contrasto DUE
€ 19,00
regalo di natale
9. Regalo di Natale
Autori vari
Sellerio
€14,00
l'amore, la sfida, il des...
10. L’amore, la sfida, il destino
Eugenio Scalfari
Einaudi
€17,50

Fonte: La Feltrinelli

Giulia Gentili

Nobel per la letteratura alla canadese Alice Munro

Alice Munro, 82 anni, canadese, considerata la più grande scrittrice vivente di racconti. È lei la vincitrice del premio Nobel per la Letteratura del 2013. Una «maestra delle storie brevi contemporanee» ha spiegato l’Accademia Reale svedese proclamando la vittoria. Dal 1901 ad oggi solo 13 donne hanno vinto il Nobel per la Letteratura, tra cui anche l’italiana Grazia Deledda nel 1928. Alla scrittrice l’Accademia consegnerà 8 milioni di corone (pari a circa 900mila euro).

Già vincitrice per tre volte del Governor General’s Award, il principale premio letterario canadese, Alice Munro lo scorso luglio ha annunciato di «non voler più scrivere». Nata a Wingham, in Ontario, nel 1931, Alice è diventata famosa con il cognome del marito, James Munro, da cui ha divorziato nel 1972: prima di sposarsi si chiamava Laidlaw. Maestra del racconto, Munro è stata definita anche la «Cechov canadese», per le sue storie intime e delicate, per lo studio psicologico di personaggi e di ambienti, dominati dall’introspezione e dalla simbologia. I suoi racconti, ambientati perlopiù nelle piccole cittadine dell’Ontario sudoccidentale, mescolano osservazione precisa della realtà sociale e introspezione psicologica, e si caratterizzano per la raffinatezza formale. Temi prediletti sono i problemi delle ragazze durante l’adolescenza, il loro rapporto con la famiglia e con l’ambiente circostante, il matrimonio, il divorzio, la vecchiaia, la solitudine.

Molti dei libri di racconti di Alice Munro sono stati pubblicati in italiano da Einaudi. La casa editrice torinese ha dato alle stampe «Il sogno di mia madre» (2001), «Nemico, amico, amante…» (2003), «In fuga» (2004), «Il percorso dell’amore» (2005), «La vista da Castle Rock» (2007 e 2009), «Segreti svelati» (2008), «Le lune di Giove» (2008), «Troppa felicità» (2011) e «Chi ti credi di essere?» (2012). In italiano sono apparsi in precedenza anche i volumi: «La danza delle ombre felici», edito da La Tartaruga (1994), che ha pubblicato anche «Stringimi forte, non lasciarmi andare» (1998) e «Segreti svelati»(2000). In italiano sono stati tradotti in altre versioni anche «Chi ti credi di essere?» (E/O, 1995) e «Il percorso dell’amore» (Serra e Riva, 1989 ).

 

Fonte: Il Corriere della Sera 

 

Francesca Ciccaglione

Il Campiello si affida a Neri Marcorè e Geppi Cucciari

Novità nel format della serata conclusiva del Premio Campiello, in scena sabato 7 settembre al Gran Teatro La Fenice di Venezia. La Cerimonia di Premiazione della 51esima edizione del prestigioso premio letterario, che per la prima volta verrà trasmessa in diretta su Rai 5, in differita su Rai 3, sarà condotta da Neri Marcorè e Geppi Cucciari, con la regia di Duccio Forzano.

 

Obiettivo degli organizzatori è rendere la serata finale del Premio Campiello non solo un evento di premiazioni, ma anche uno spettacolo ”pensato” per i moderni ritmi della televisione, senza tuttavia rinunciare ai tradizionali ingredienti che da sempre costituiscono la cifra stilistica del Premio.

Si tratta quindi di fare del Campiello un vero e proprio racconto televisivo, capace di enfatizzare la centralità dei libri, degli scrittori finalisti e delle loro storie, in una dimensione più confidenziale con il pubblico di telespettatori e lettori. Per ottenere tale effetto la conduzione della serata è stata affidata a Neri Marcorè e Geppi Cucciari, che sapranno offrire il giusto mix di intelligenza e coinvolgimento, contenuti alti e divertimento.

La performance dello spettacolo sarà garantita da Duccio Forzano, regista di punta della tv, già curatore di “Sanremo” e “Che tempo che fa”, e dalla collaborazione di alcuni tra i più noti autori italiani: Marco Posani, Alessandro Rossi, Luca Monarca, Gianluca Brullo e Eleonora Bujatti.

Quest’anno il Premio si è espanso su tutto il territorio nazionale, attraverso un ciclo d’incontri estivo con gli autori svoltosi tra giugno e luglio in tutta Italia e che ha visto l’ingresso in calendario delle città di Palermo e Pescara. Nell’ottica di intercettare il pubblico giovane, nei giorni conclusivi del Premio andrà inoltre in scena, per la prima volta, un evento speciale riservato al Campiello Giovani. Giovedì 5 settembre a partire dalle 19.30 a Palazzo Ducale a Venezia i cinque giovani finalisti e il vincitore del riconoscimento estero saranno coinvolti in uno spettacolo che unirà letteratura, teatro e musica. L’evento è realizzato in stretta collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia. Il vincitore assoluto di questa specifica sezione del premio verrà annunciato sabato 7 settembre, nel corso della conferenza stampa di presentazione della serata finale del Premio Campiello.

Gli appuntamenti di settembre del Premio Campiello prevedono inoltre una serata di gala esclusiva venerdì 6 settembre al Casinò Municipale di Venezia con la premiazione dei finalisti. In attesa di conoscere, sabato 7 settembre sul palco del Gran Teatro La Fenice, l’opera vincitrice della 51esima edizione del Campiello, indicata da parte della Giuria dei 300 lettori anonimi.

Concorrono per la vittoria:

La caduta” (Nutrimenti) di Giovanni Cocco,

Geologia di un padre” (Einaudi) di Valerio Magrelli,

Tentativi di botanica degli affetti” (Bompiani) di Beatrice Masini,

L’amore graffia il mondo” (Mondadori) di Ugo Riccarelli (scomparso lo scorso luglio),

 L’ultimo ballo di Charlot” (Sellerio) di Fabio Stassi.

 

Che cos’è il Premio Campiello? 

Il Premio Campiello, istituito nel 1962 dagli Industriali del Veneto, è promosso e gestito dalla Fondazione Il Campiello, composta dalle sette Associazioni Industriali del Veneto e dalla loro Confindustria regionale. È la più importante iniziativa in campo culturale promossa da Confindustria Veneto ed uno dei pochi casi di successo in Italia di connessione concreta e strategica tra mondo dell’impresa e della cultura. Nel corso degli anni il Premio ha raggiunto il vertice delle competizioni letterarie italiane.

 

Fonte: La Stampa

Giulia Gentili

I libri più acquistati di questa settimana

Ecco a voi la classifica dei libri più venduti di questa settimana.

Khaled Hosseini con il suo E l’eco rispose rimane stabile al primo posto e anche il romanzo di Walter Siti, vincitore del premio Strega, entra in classifica…

E l'eco rispose

1. E l’eco rispose

Khaled Hosseini

Piemme

€ 19,00

La verità sul caso Harry Quebert
2. La verità sul caso Harry Quebert
Dicker Joel
Bompiani
 € 19,50
Ferragosto in giallo
3. Ferragosto in giallo
Camilleri, Costa, Giménez-Bartlett, Malvaldi, Manzini, Recami
Sellerio
€ 14,00

Un covo di vipere

4. Un covo di vipere

Andrea Camilleri

Sellerio

€ 14,00

Clicca qui per leggere la trama.

Resistere non serve a niente

5. Resistere non serve a niente

Walter Siti

Rizzoli

€ 17,00

La risposta è nelle stelle

6. La risposta è nelle stelle

Nicholas Sparks

Sperling & Kupfer

€ 19,00

/Inferno/Dan-Brown/ 978880463144

7. Inferno

Dan Brown

Mondadori

€ 25,00

Amore

8. Amore

Isabel Allende

Feltrinelli

€ 12,00

I bastardi di Pizzofalcone
9. I bastardi di Pizzofalcone
Maurizio De Giovanni
Einaudi
€ 18,00

ZeroZeroZero
Roberto Saviano
Feltrinelli
€18,00
Se vuoi leggere i primi due capitoli del libro, clicca qui!!!!
Giulia Gentili

I libri del mese – Aprile 2013

Vi presento la nuova rubrica “I libri del mese“!! Per voi che amate leggere, ogni mese, tutti gli appuntamenti più interessanti a Roma!

8 aprile 2013, ore 17.30 | Casa della Memoria e della Storia

Per gentile concessione di Zara Finzi (Manni)

In un delicatissimo, essenziale poema in versi c’è la guerra e la fine della guerra. Le impressioni, le vicende sono filtrate attraverso gli occhi di una bambina. Con il candore e la naturalezza dell’età la protagonista osserva la madre e vede sparire il padre. Un estremo pudore dei sentimenti e una sottilissima ironia percorrono i testi: in bilico tra l’esecrazione della guerra e lo stupore di un’innocenza straordinaria.Sarà presente l’autrice. Intervengono Angiòla Fusato e Massimo Napoli.

Martedì 9 aprile, ore 18.00 | La Feltrinelli – Colonna


Io e l’Avvocato di Mimmo Calopresti (Mondadori)
1962. In Calabria Emilio non trova lavoro così si trasferisce a Torino, dove è assunto come operaio alla Fiat. Più tardi verrà raggiunto dalla famiglia. Intanto per Gianni, l’erede della famiglia più ricca e influente d’Italia, è il momento di assumere il controllo della Fiat. Unite dalla grande azienda che ha fatto l’Italia, le vite di Emilio e Gianni, apparentemente lontane, sono destinate a incontrarsi in un imprevedibile intreccio di destini.
Sarà presente l’autore.

Martedì 9 aprile, ore 18.30 | Libreria IBS

Atletico minaccia Football Club di Marco Marsullo (Einaudi)
Un esordio inatteso, tra commedia scatenata ed epica stracciona. Protagonista della storia è Vanni Cascione, allenatore di un’Armata Brancaleone dei gironi d’Eccellenza. Dopo anni in squadre scalcagnate si trova ad allenare l’Atletico Minaccia Football Club. Alla promessa di una rosa di calciatori eccellenti corrisponde però un reclutamento spericolato. Vincere il torneo si prospetta complicato. Figuriamoci se ci si mette pure la camorra. Marsullo gioca con gli stereotipi del nostro Sud liberandoli dalla retorica.
Sarà presente l’autore. Intervengono il Trio Medusa e Ivan Mazzoletti.

Mercoledì 10 aprile | Institut français – Centre Saint-Louis de France
ore 19.00 – Barbablù di Amélie Nothomb (Voland)
ore 21.00 – proiezione di Amélie Nothomb, une vie entre deux eauxdi di Laureline Amanieux

Barbablù è la rivisitazione della fiaba ambientata al giorno d’oggi e costruita da un punto di vista femminile. Un uomo cerca una coinquilina con cui condividere non solo l’appartamento, ma anche la raffinata sensibilità artistica. Saturnine accetta, ma scoprirà che già otto donne prima di lei hanno abitato in quella casa senza uscirne vive. Non scappa e decide di condividere il segreto con il suo Barbablù. Il romanzo indaga i meccanismi dell’amore, il cannibalismo sentimentale e la natura umana per tentare una risposta originale all’antico quesito:che cos’è l’amore?

Anais Ginori e Laureline Amanieux incontrano Amélie Nothomb. La conversazione è in lingua francese con traduzione consecutiva in italiano. A seguire cocktail e proiezione del documentario-ritratto.

Giovedì 11 aprile, ore 18.30 | Libreria Altroquando

Quebrantos. Storie dell’esilio argentino in Italia a cura di Delia Ana Fanego (Nova Delphi Libri)
Un mosaico di testimonianze di ex-militanti esiliati in Italia durante i primi anni dell’ultima dittatura militare argentina. Dodici storie raccolte e verbalizzate tra il ’78 e il ’79. Una pluralità di voci, non filtrate dall’inganno del tempo, alcune delle quali utilizzate come testimonianze nei processi contro i responsabili del genocidio, sapientemente incasellate in una narrazione attenta al tema dell’esilio e della memoria collettiva come antidoto all’oblio.

Giovedì 11 aprile, ore 18.30 | Casa delle Letterature

Eros, il dio lontano. Visioni sull’amore in occidente di Lidia Sella (La Vita Felice)

“La divinità è persa ma non il canto della perdita. Questa poesia pensante è scritta in nostro nome. Evoca grandezza passione arguzia contraddizioni di Eros. (…) Quello che rivive in questi versi di Lidia Sella è la nostalgia di Nietzsche, Eliot, Wagner, di quelli che toccano, inascoltati, le corde del risveglio.” (dalla Postfazione di Armando Torno).Massimo Fini e Ottavio Rossani presentano il volume di poesie. Letture dell’autrice.

Venerdì 12 aprile, ore 19.00 | Libreria L’eternauta-Hulahoop
Sabato 13 aprile, ore 21.00 | Club Kino

Regina nera di Matteo Strukul (E/O)
Un bosco sperduto del Trentino Alto Adige. Una donna uccisa a cui hanno cavato gli occhi. Mila Zago, cacciatrice di taglie per l’agenzia segreta per la sicurezza europea, ha l’incarico dell’indagine. In questo nuovo capitolo della sua Ballata, Mila si scontra con sette sataniche, politici corrotti e le più spietate sopraffazioni degli uomini. Strukul mescola il pulp al noir più cupo, quello di James Ellroy e Stieg Larsson, ripercorrendo le tracce di Ernst Theodor Amadeus Hoffman.
Sarà presente l’autore. Interviene nel primo incontro Francesca Bertuzzi, accompagnata nel secondo da Lyda Patitucci e Giulia Bertinelli.

Giovedì 18 aprile, ore 18.30 | Libreria IBS

Mar del Plata di Claudio Fava (ADD Editore)

Mentre l’Argentina si prepara a trasformare i campionati del mondo di calcio del 1978 nella vetrina del regime, tra la giunta militare e i ragazzi della squadra del Rugby La Plata si accende una sfida che non prevede armistizi. Uno dopo l’altro i giocatori spariscono: ma per ogni giocatore ucciso, un ragazzino del vivaio viene promosso titolare. I ragazzi del La Plata continuano a giocare, a vincere, a parlare ad alta voce. Una storia vera, raccontata con la passione e il rispetto che meritano i grandi eventi della Storia.
Sarà presente l’autore. Interviene Concita De Gregorio. Letture di Fabrizio Gifuni

Sabato 20 aprile, ore 18.00 | Libreria Nuova Europa


Il veleno dell’oleandro di Simonetta Agnello Hornby (Feltrinelli)
Pedrara. La Sicilia dei Monti Iblei. Una villa perduta sotto alte pareti di roccia tra antiche tombe e corsi d’acqua carezzati dagli oleandri. È qui che la famiglia Carpinteri si raduna intorno al capezzale della zia Anna, scivolata in una svagata ma presaga demenza senile. Esistono davvero le pietre di cui la donna vaneggia nel suo letto? Dove sono nascoste? I Carpinteri scavano nel passato. Emergono traffici con i poteri occulti e passioni ingovernabili. Agnello Hornby mette a fuoco un micromondo che si allarga a rappresentare i guasti, le ambizioni, le ansie dell’universo familiare.
Nell’ambito di Aperitivo con l’Autore, l’incontro della scrittrice con i lettori.

Martedì 23 aprile, ore 18.30 | Libreria Pagina 272

Sparire di Fabio Viola (Marsilio)
Partire alla ricerca di qualcuno e perdere se stessi. Quando la sua ex fidanzata Elisa, trasferitasi a Osaka, non dà più notizie di sé, Ennio, parte per il Giappone alla vigilia del cataclisma dell’11 marzo 2011. Annoiato figlio dell’alta borghesia romana, Ennio resta fagocitato dalle luci di Osaka, in un Giappone tanto scintillante quanto spietato. Si perde nelle zone più colpite dal terremoto dal rischio radioattivo. Uno scenario di devastazione dove la ricerca di Elisa lascia intravedere un epilogo.
Sarà presente l’autore. Interviene Chiara Valerio.

Fonte: Incontra Giovani

Giulia  Gentili