WOLVERINE: ORIGINI – Ristampa!

WOLVERINE TRUCCATOA breve distanza dalla seconda ristampa (in edizione deluxe cartonata) di una delle più belle storie dedicate a Wolverine, il nanetto con gli artigli di adamantio degli X-men, ne approfitto per presentarvi la miniserie in questione Wolverine: origini, uscita per la prima volta in Italia nel 2001, ideata da Joe Quesada e Bill Jemas ed affidata al team creativo composto da Paul Jenkins, Andy Kubert e Richard Isanove.

Vi siete mai chiesti chi fosse davvero Wolverine (conosciuto anche con il nome di Logan)? Chi fossero i suoi genitori? Dove e quando nacque? Quale fosse il suo vero nome? Ebbene, per la prima volta dopo più di venti anni dal suo esordio (nel 1974), l’allora editor in chief della Marvel, Joe Quesada, decise che era giunto il momento di narrare le vere origini di uno dei personaggi più ambigui e misteriosi dalla Casa delle Idee.

Le vicende narrate ci portano indietro di quasi due secoli, nel 1800, nella villa della ricchissima famiglia Howlett, dove il piccolo James (Wolverine) vive con i suoi genitori. Purtroppo, la sua situazione famigliare non è delle più rosee. Tanto per cominciare la madre, Elizabeth, è impazzita in seguito alla morte del suo primogenito e adesso, per motivi ancora sconosciuti, non vuole avere nulla a che fare con suo figlio. Dal canto suo, il nonno, che ogni settimana si reca a far loro visita, è un vecchio arcigno dai modi maleducati e dal cuore di pietra mentre il padre è un brav’uomo schiacciato dal peso dei suoi problemi famigliari. A tutto questo si aggiunge il fatto che James non gode di buona salute. Infatti, a differenza di quanto si possa pensare, è un ragazzo molto magro, gracile e soprattutto cagionevole.

Altri due personaggi fondamentali che all’inizio sembrano avere solo un ruolo secondario mentre in realtà saranno il fulcro della storia, sono il giardiniere, di nome Logan (vi dice qualcosa?), un uomo burbero e violento, e suo figlio, conosciuto con il soprannome di “dog” (poiché nessuno sa come si chiami in realtà).

Con l’arrivo della piccola Rose, rimasta orfana di entrambi i genitori e chiamata nella casa degli Howlett per far compagnia al triste e malinconico James, la vita del ragazzo cambia. Fra lui, Rose e “dog” nasce un’amicizia che però è destinata a morire prima del tempo.

Nel corso della storia verranno svelati molti misteri riguardanti la storia della famiglia di Wolverine,  in particolare l’ambiguo rapporto fra madre e figlio, e assisteremo anche alla prima manifestazione dei suoi poteri mutanti!

Per evitare spoiler indesiderati, mi fermo qui e consiglio a tutti i fan che non l’abbiano ancora fatto, di approfittare di questa nuova ristampa, e leggere  finalmente una delle più belle storie del nostro X-man! Buona lettura!

Vi linko il trailer del nuovo film, intitolato The Wolverine (sempre interpretato da Hugh Jackman!)

Testo: Ilaria Gizzi

Disegni: Mirko Baldassarri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...