Recensione: Beautiful Creatures – La Sedicesima Luna

Autore Kami Garcia, Margaret Stohl
Titolo originale Beautiful Creatures
Anno di pubblicazione 2009
Genere Romanzo fantastico YA
Lingua originale Inglese

la_sedicesima_luna_garcia_stohl_mondadoriOggi voglio recensire un romanzo del momento da cui è stato tratto un film che da pochi giorni è nelle nostre sale cinematografiche. In italiano è stato intitolato “La Sedicesima Luna” nonostante il film mantenga il titolo inglese “Beautiful Creatures”. Il romanzo è stato scritto a quattro mani da Kami Garcia e Margaret Stohl ed è il primo libro di una tetralogia. E’ edito dalla Mondadori.

Ethan vive a Gatlin, una tranquilla e noiosa cittadina della Carolina del Sud, dove non succede mai nulla di nuovo. I cittadini si conoscono tutti da sempre e odiano i forestieri. Ethan conta i giorni che lo separano dal diploma, il giorno in cui potrà finalmente andarsene da Gatlin e non tornare mai più. Le sue notti però sono tormentate da strani sogni, incredibilmente vividi, che hanno come protagonista una misteriosa ragazza. Un giorno Ethan la incontra casualmente nel cortile della scuola. È “la ragazza nuova” appena arrivata in città di cui tutti parlano, Lena Duchannes. E’ la nipote di Macon Ravenwood, un uomo solitario che vive ai confini Gatlin ma che non mette mai piedi in città, per questo motivo tutti lo ritengono pazzo e pericoloso. Lena è diversa da qualsiasi ragazza Ethan abbia mai incontrato, bellissima e solitaria. E’ talmente diversa che a scuola viene subito emarginata. Solo lui, assecondando l’inspiegabile connessione che sembra legarli, la avvicina e se ne innamora. Ma Lena nasconde un segreto: la terribile maledizione che da generazioni perseguita la sua famiglia e che si compirà il giorno del suo sedicesimo compleanno.

Il romanzo è narrato in prima persona da Ethan, un ragazzo normalissimo che sogna soltanto di lasciare la cittadina noiosa in cui vive, si sente diverso dai suoi amici che pensano soltanto a divertirsi e legge di nascosto da loro. L’arrivo di Lena a Gatlin è per lui l’occasione di sfuggire all’ambiente che lo soffoca. E’ facile relazionarsi con Ethan, con la sua voglia di essere se stesso e con il suo immediato amore per Lena, una ragazza bellissima, con cui ha molto in comune. Lo stile è scorrevole e, attraverso i pensieri di Ethan, ci si sente a Gatlin, tra zie decrepite e cheerleaders meschine. Nonostante il romanzo sia destinato ad un pubblico YA è comunque godibile e la parte fantastica del libro è abbastanza originale.  Il secondo romanzo è intitolato “La Diciassettesima Luna”.

Voto: 4/5

Francesca Ciccaglione

Annunci